Annessi agricoli amatoriali

Ultima modifica 28 luglio 2022

L'installazione di annessi agricoli destinati all'agricoltura esercitata da soggetti diversi dagli imprenditori agricoli professionali necessari per l'agricoltura amatoriale o per le piccole produzioni agricole è consentita a condizione che non venga effettuata alcuna modificazione della morfologia dei luoghi e che tali manufatti siano realizzati in legno, non abbiano dotazioni di servizi quali acqua, luce e gas.
Non sarà ammessa più di una struttura per la medesima area e per aree frazionate successivamente all'approvazione del R.U.C. avvenuta con delibera C.C. n. 61 del 19/07/2012.
Il rilascio del permesso a costruire è subordinato alla stipula di specifico atto d'obbligo con il quale viene sottoscritto l'impegno alla rimozione dell'annesso al cessare dell'attività agricola o in caso di trasferimento di proprietà anche parziale del fondo.

Modalità di presentazione

L'istanza deve essere presentata tramite lo Sportello Unico per l'Edilizia (SUE).

L'istanza per il conseguimento del permesso di costruire è presentata dal proprietario del fondo e devono essere indicate le esigenze produttive, le caratteristiche e le dimensioni dell'annesso, la verifica della conformità dell'intervento alla L.R. 1/2005 ed alle disposizioni contenute nella disciplina comunale riguardante il territorio rurale. A tal fine dovranno essere allegati i seguenti documenti:

  • planimetria aereofotogrammetrica con evidenziata l'ubicazione del fondo;
  • estratto di mappa con evidenziata l'ubicazione del fondo;
  • rilievo quotato del fondo in scala 1:200 con l'indicazione della localizzazione della struttura;
  • documentazione fotografica completa ed esauriente del fondo con indicazione dei punti di ripresa;
  • elaborato per illustrare le caratteristiche tipologiche della struttura da installare;
  • Relazione descrittiva dell'intervento.


Costi e validità

  • Contributi di cui all'art. 119 della L.R. 1/2005 vengono applicati sulla base della superficie utile dell'annesso. La somma è stabilita in € 37,53 a mq.;
  • Autorizzazione paesaggistica (se necessaria) diritti di segreteria (in vigore dal 1 marzo 2012) da versare su c.c.p 172502 intestato a "Comune di Impruneta - Servizio Tesoreria" dell'importo di € 124,50 + n. 1 marca da bollo da €16,00;
  • Richiesta permesso a costruire - diritti di segreteria da versare su c.c.p 172502 intestato a "Comune di Impruneta - Servizio Tesoreria" dell'importo di € 65,00 + n. 1 marca da bollo da €16,00.

Tempi di risposta
La procedura si concluderà entro il termine medio di 60 giorni oltre ai tempi per l'acquisizione del nulla-osta da parte di altri enti.

Note Aggiuntive

REQUISITI
Tali strutture possono essere richieste da soggetti diversi dall'imprenditore agricolo a titolo professionale in possesso di terreni utilizzati per attività amatoriali.

CARATTERISTICHE
L'installazione non dovrà comportare alcuna modifica permanente allo stato dei luoghi e quindi non sono ammessi sbancamenti o altri interventi di impatto ambientale.
Le strutture dovranno essere semplicemente appoggiate al suolo senza formazione di fondazioni in muratura. I manufatti dovranno essere costruiti con strutture in legno e con coperture a capanna di materiale ecologicamente compatibile. Le dimensioni consentite dell'annesso sono in funzione dell'area utilizzata ai fini agricoli che di seguito viene evidenziata:

  • per appezzamenti di terreno compresi da 200 a 500 mq.: dimensioni mt. 3x3 con altezza media 2,20;
  • per appezzamenti di terreno compresi da 501 a 1000 mq.: dimensioni mt. 3x5 con altezza media 2,20;
  • per appezzamenti di terreno compresi da 1001 a 5000 mq.: dimensioni mt. 4x5 con altezza media 2,20;
  • per appezzamenti di terreno compresi da 5001 fino ai minimi colturali previsti dalla L.R. 01/2005 per colture diverse da vite e olivo specializzate: dimensioni mt. 4x5 con altezza media 2,20;
  • per appezzamenti di terreno compresi da 5001 fino ai minimi colturali previsti dalla L.R. 01/2005 per attività legate e alla vite all'olivo: dimensioni mq.35 con altezza media 2,20.

Normativa di riferimento

  • art. 41 comma 5 L.R. 1/2005;
  • art. 6 D.P.G.R. 9 febbraio 2007 n. 5/R;
  • art. 52 Norme Tecniche di Attuazione del R.U.C.

Riferimenti e Contatti

Ufficio Edilizia SUE