La cultura cresce a Impruneta, con Giunti un dono per le biblioteche scolastiche

I libri raccolti nel contesto del progetto "Aiutaci a Crescere. Regalaci un Libro!" di Giunti sono stati distribuiti agli istituti comprensivi del territorio di Impruneta.

Data :

24 gennaio 2024

La cultura cresce a Impruneta, con Giunti un dono per le biblioteche scolastiche
Municipium

Descrizione

Nelle scorse settimane, le scuole del territorio comunale di Impruneta hanno ricevuto la consegna dei libri raccolti nell'ambito del progetto proposto dalla libreria Giunti, in collaborazione con il Sistema Documentario Integrato dell'Area Fiorentina (SDIAF), dal titolo "Aiutaci a Crescere. Regalaci un Libro!"

Giunta alla sua 14ª edizione, questa iniziativa è nata con l'obiettivo di promuovere la lettura e contribuire alla formazione di bambini e ragazzi. I risultati sono stati notevoli, con un totale di 1.350 libri donati alle scuole del territorio comunale di Impruneta.

Il coordinamento della campagna di sensibilizzazione per il Comune di Impruneta è stato affidato alla Biblioteca Comunale, che ha gestito la raccolta dei libri donati presso i punti di raccolta Giunti durante il mese di agosto 2023.

"La diffusione della cultura e il rispetto dell'ambiente possono essere promossi attraverso la promozione della lettura, che costituisce un mezzo efficace per seminare conoscenza e offrire un'opportunità di crescita culturale", dichiarano le assessore Lara Fabbrizzi e Irene Marchetti.

L'impegno e la partecipazione della comunità di Impruneta in questa iniziativa confermano il valore della collaborazione tra enti locali, librerie e cittadini per promuovere la cultura e sostenere il benessere dei più giovani.

Municipium

Contenuti correlati

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito?
1/2
Dove hai incontrato le maggiori difficoltà?
1/2
Vuoi aggiungere altri dettagli?
2/2
Inserire massimo 200 caratteri
È necessario verificare che tu non sia un robot