Voto assistito

Ultima modifica 19 gennaio 2022

Gli elettori affetti di gravi infermità ed i non vedenti che, si trovano nella condizione di non poter esprimere autonomamente il loro diritto di voto, possono chiedere all'ufficio elettorale del Comune di iscrizione nelle liste elettorali, l'apposizione dell'annotazione permanente di diritto di voto assistito sulla propria tessera elettorale. Tale annotazione permanente, esime dal richiedere in occasione delle varie consultazioni elettorali, del certificato medico da presentare al seggio.
L'elettore, ha facoltà di scegliere come accompagnatore, un elettore che sia iscritto nelle liste elettorali di un qualsiasi Comune della Repubblica Italiana.

Modalità di presentazione
Domanda in carta semplice (scarica il modulo nell'apposita sezione in fondo alla pagina).

Costi e validità
Nessuno.
I certificati medici devono essere rilasciati gratuitamente, nonché in esenzione da qualsiasi diritto od applicazione di marche.
Finché permane lo stato di grave infermità.

Tempi di risposta
L'annotazione sulla tessera avviene contestualmente alla presentazione della documentazione completa.

Requisiti
Grave infermità, cecità.

Documentazione da presentare:

  • La richiesta deve essere corredata da apposita documentazione sanitaria rilasciata dall'ASL  dalla quale risulti la patologia che determina l'infermità.
  • Per quanto riguarda gli elettori non vedenti, é sufficiente che la richiesta venga corredata dall'esibizione del libretto nominativo di pensione rilasciato dall'INPS o dal Ministero dell'Interno, nel quale sia indicata la categoria "Ciechi Civili" ed il numero di codice o fascia: 06, 07, 10, 11, 15, 18, o 19;
  • Documento di riconoscimento;
  • Tessera elettorale.

Normativa di riferimento

  • Legge 5 febbraio 2003, n.  17;
  • Legge 5 febbraio 1992, n. 104;

Riferimenti e contatti

Servizio Biblioteca e demografici

 

Richiesta annotazione permanente voto assistito su tessera elettorale
Allegato formato pdf
Scarica