Pubblicazioni di matrimonio

Ultima modifica 18 gennaio 2022

La pubblicazione serve per dare pubblicità alla volontà di due persone che vogliono sposarsi. La richiesta della pubblicazione deve essere rivolta al comune di residenza degli sposi o di uno di essi.

CHI PUO' FARE LA RICHIESTA
Chiunque decida di sposarsi e sia libero dal vincolo del matrimonio o da altri impedimenti (es.: interdizione legale).

QUANDO FARE LA RICHIESTA
Se si e' maggiorenni, in qualunque momento. Per i minorenni dai sedici ai diciotto anni, dopo aver ottenuto il decreto di autorizzazione del Tribunale per i Minori.

Modalità di presentazione
Presso l'Ufficio di Direzione e Affari Generali del Comune di residenza di uno dei nubendi muniti del documento d'identità e del codice fiscale.
Occorre compilare l'apposito modulo (scaricabile nella sezione "Modulistica" in fondo alla pagina) da parte di entrambi o di uno solo dei futuri sposi al quale allegare la richiesta del Parroco in caso di matrimonio concordatario.

  • Per gli stranieri, nulla-osta al matrimonio (art. 116 c.c.) rilasciato dalle autorità competenti (Ambasciata/Consolato) debitamente tradotto in lingua italiana ed eventualmente legalizzato. Se residenti in Italia, (nel caso in cui il nulla-osta non contenga i dati relativi alla nascita, alla paternità e maternità), occorrono anche l'atto di nascita ed il certificato di residenza (i documenti rilasciati all'estero devono essere legalizzati dal Consolato Italiano competente).
  • Cittadini statunitensi
    In sostituzione  del nulla-osta  vengono richiesti i seguenti documenti:
    - Atto di notorietà attestante che, per le leggi a cui il cittadino è sottoposto nel proprio Paese  può contrarre matrimonio. Per tale atto occorre presentarsi con due testimoni ad un'autorità italiana competente (Cancelleria del Tribunale, Notaio , Autorità Consolare italiana all'estero).
  • Dichiarazione giurata resa presso il Consolato Statunitense in Italia.la firma del Console deve essere legalizata presso la Prefettura competente.


Costi e validità
L'atto di Pubblicazione è soggetto al pagamento dell'imposta di bollo €. 16.00
Se uno dei futuri coniugi e' residente in un altro Comune le pubblicazioni sono affisse in entrambi i Comuni ed occorre consegnare una ulteriore marca da bollo € 16.00.

Tempi di risposta
Le pubblicazioni sono affisse alla Casa comunale per almeno otto giorni e dal 4° giorno successivo può essere celebrato il matrimonio civile o ritirato il nulla osta in caso di matrimonio religioso.
Il certificato di eseguita pubblicazione ha validità di 6 mesi ed è valido per contrarre matrimonio in qualsiasi Comune italiano.

Note Aggiuntive
Se i futuri sposi devono legittimare figli nati dalla loro unione devono segnalare la circostanza al momento della richiesta delle pubblicazioni.

Normativa di riferimento

  • D.P.R. n. 396 del 3 novembre 2000 - ordinamento dello stato civile;
  • D.P.R. n. 445 del 28 dicembre 2000 - testo unico sulla documentazione amministrativa.

Riferimenti e Contatti

Servizio Biblioteca e demografici